711.615,32

obiettivo 1.000.000

L’intervento neurochirurgico è un passo importantissimo nella terapia dei tumori del sistema nervoso centrale. È un momento irripetibile in quanto l’asportazione completa del tumore, quando possibile, rappresenta un fattore fondamentale per assicurare le maggiori probabilità di guarigione del piccolo paziente. Il sistema nervoso centrale è un tessuto estremamente delicato: per questo motivo è necessario pianificare al minimo dettaglio anatomico l’asportazione del tumore senza danneggiare o danneggiando al minimo possibile i tessuti sani non interessati dalla malattia.

Parallelamente, durante l’intervento chirurgico si raccoglie materiale tumorale: l’adeguata raccolta del tessuto patologico è fondamentale per eseguire analisi molecolari necessarie per una diagnosi precisa e per identificare alterazioni suscettibili di terapie mirate.

La corretta pianificazione dell’intervento neurochirurgico, è quindi fondamentale sia perché riveste un aspetto curativo, sia per cercare di garantire l’integrità neurologica del paziente dopo l’intervento, assicurando una buona qualità della vita futura, sia per studiare al meglio delle nostre possibilità il tumore.

La moderna neurochirurgia si avvale di tecniche sofisticate che consentano di raggiungere questi obiettivi. Numerosi sono gli strumenti di precisione già utilizzati nella pratica clinica ma, la crescente richiesta di presa in carico presso l’Ospedale Bambino Gesù di pazienti complessi, lo sviluppo di terapie altamente sofisticate e l’implementazione dei laboratori di ricerca hanno permesso di identificare un sistema di precisione, unico nel suo genere e attualmente utilizzato nelle migliori neurochirurgie del mondo.

La nostra equipe di medici ha quindi identificato un sistema di simulazione chirurgica in realtà virtuale che consentirebbe all’Ospedale Bambino Gesù di essere il primo Centro pediatrico in Europa a poterne disporre.

Riteniamo infatti che il simulatore chirurgico potrà portare numerosi vantaggi non solo ai bambini in cura presso L’Ospedale Bambino Gesù, ma anche per la formazione di equipe chirurgiche che lavorano in altri centri italiani.

Gli obiettivi che ci prefissiamo con la dotazione di questo macchinario sono numerosi:

  • Migliorare la visualizzazione preoperatoria dei rapporti tra tumore e strutture del cervello da preservare
  • Personalizzare sul singolo paziente i dettagli tecnici da mettere in atto al momento della procedura chirurgica
  • Permettere ai genitori di “visualizzare” la procedura chirurgica mediante la realtà virtuale dando un’idea più precisa del tipo di intervento e delle manovre che verranno messe in atto per ridurre al minimo i rischi
  • Raccogliere il tessuto da specifici punti del tumore per sviluppare approcci terapeutici innovativi
  • Promuovere la formazione neurochirurgica pediatrica delle nuove generazioni di chirurghi che operano presso tutti i centri italiani ed europei
  • Condividere con altri centri l’esperienza acquisita offrendo la disponibilità a “simulare” interventi chirurgici complessi da eseguire anche in altri ospedali

Tutto questo è possibile grazie alla possibilità di visualizzazione tridimensionale offerta da questo sistema.

FAI UNA DONAZIONE
La Chiave della vita
18.000 €
Bobo Summer Cup 2019
126.729,51
La Chiave della vita
485.495,67 €

ALTRI DONATORI

La Chiave della vita
4.200 €
Pagine Mediche
1029,94 €
470 €
1.262,20 €
VIII Sagra del Tartufo di Canterano
13.496‬
10.000 €
2.400 €
12.732 €
SABAUDIA CALCIO
INIZIO CAMPIONATO 
8 SETTEMBRE
www.chebbona.it
800 €
www.chebbona.it
35.000,00 €