Gliomi di basso grado

Gliomi di basso grado2018-10-22T14:57:12+02:00

Project Description

Cosa è il Glioma di basso grado

I gliomi di basso grado sono neoplasie dell’encefalo e del midollo spinale che derivano dalle cellule gliali, elementi che normalmente contribuiscono al sostegno meccanico e funzionale dei neuroni. Sono tumori che presentano una lenta crescita e che possono dare segno di se sia per aver raggiunto dimensioni cospicue sia per trovarsi in sedi particolari del sistema nervoso.

Nel cervello possono localizzarsi a livello degli emisferi ed essere sintomatici per il raggiungimento di notevoli dimensioni oppure perché possono provocare crisi epilettiche. Quando si localizzano nelle regioni più profonde dell’encefalo i sintomi dipendono dalla specifica localizzazione: le lesioni della regione ottico-diencefalica si manifestano con disturbi visivi, alterazioni della produzione ormonale e diabete insipido, quelle del talamo tipicamente provocano alterazioni del movimento mentre quelle del tetto del mesencefalo esordiscono con idrocefalo e disturbi dei movimenti oculari. I tumori localizzati nel tronco encefalico possono provocare alterazioni del movimento, disturbi della coordinazione dei movimenti e del movimento degli occhi, difficoltà nella deglutizione. A livello del midollo spinale si osserva spesso difficoltà nel movimento degli arti, della sensibilità corporea e, in alcuni casi, della funzionalità della vescica. Una sede molto tipica è quella del cervelletto, dove spesso provocano idrocefalo e alterazioni della coordinazione dei movimenti.

Questi tumori sono molto più frequenti nei bambini e ragazzi che presentano delle malattie geneticamente determinate come la neurofibromatosi e la sclerosi tuberosa.

COME SI DIAGNOSTICA

La diagnosi viene effettuata mediante la risonanza magnetica, che consente di definire con grande precisione la sede e l’estensione della malattia. Naturalmente una diagnosi più precisa avverrà solo dopo aver analizzato un frammento del tumore, consentendo la catalogazione del tipo istologico.

ISTOLOGIA

Sebbene dal punto di vista istologico esista una classificazione piuttosto articolata delle neoplasie gliali di basso grado è importante distinguere due grandi famiglie: astrocitoma pilocitico e astrocitoma diffuso. Nonostante in entrambi i casi non si ritrovino segni di malignità cellulare, l’astrocitoma diffuso tende ad avere un comportamento più infiltrante e, in casi specifici, può evolvere nel corso degli anni verso una forma di malattia più aggressiva (di alto grado di malignità).

TERAPIA

La terapia dei gliomi di basso grado è in prima istanza chirurgica. L’asportazione completa della lesione, quando possibile, consente di offrire le migliori garanzie di guarigione senza necessità di praticare terapie adiuvanti (chemio e radioterapia). Ci sono tuttavia delle situazioni in cui, per posizione ed estensione della malattia, l’asportazione completa non sia consigliabile per i danni neurologici che comporterebbe. In questi casi le moderne tecniche microchirurgiche e le strumentazioni tecnologicamente avanzate a disposizione consentono al chirurgo di effettuare delle asportazioni soddisfacenti senza provocare danni al piccolo paziente. Il trattamento del residuo di malattia avverrà in base a protocolli internazionali che, di volta in volta, potranno prevedere l’utilizzo di radioterapia o di cicli di chemioterapia. L’obiettivo delle cure, quando non sia possibile ottenere la completa rimozione della lesione è quello di perseguire la sua stabilizzazione in modo che venga preservata la funzionalità clinica.

Novità nella caratterizzazione dgli Gliomi di basso grado

La caratterizzazione molecolare delle neoplasie gliali di basso grado ha consentito di mettere in evidenza una serie di alterazioni a livello di specifiche vie di segnale con possibilità di utilizzare farmaci intelligenti (farmaci target). Questi farmaci offrono potenzialmente molti vantaggi rispetto alle terapie tradizionali ma il loro utilizzo è ancora oggetto di valutazione nell’ambito di studi clinici.

CONTATTI

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi al gruppo multidisciplinare di neuro-oncologia che si riunisce settimanalmente e prevede il coinvolgimento di tutti gli specialisti impegnati nel trattamento dei tumori del SNC.
La Dottoressa Angela Mastronuzzi, responsabile di Struttura Semplice Dipartimentale in Neuro-oncologia presso l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù è disponibile per qualsiasi chiarimento ai seguenti recapiti:

angela.mastronuzzi@opbg.net
telefono: 0668594664/0668594647/0668594120/3371329089

  Altre Ricerce